venerdì 8 aprile 2011

Crostatona inverno/primavera

Crostata alla frutta, ponte tra due stagioni



Allora, io ogni mattina percorrendo l'autostrada per andare al lavoro, gioco a Ping-Pong Radio tra RADIO 1 con il Tg regionale e Virgin Radio . Senso civico Vs Spirito Rock.

Oggi una notizia ha conciliato entrambe le parti!

Mentre ascoltavo il TG regionale una frase mi ha messo di buon umore: "l'anticiclone di origine tropicale, favorirà sulla regione in quota l'afflusso di correnti settentrionali, che inizialmente saranno ancora molto miti per il periodo". Bene! Direi bene!

La primavera avanza, l'aria è profumosissima, gli alberi sulle colline sembrano fuochi d'artificio multicolori e il mio ottimismo è alle stelle accompagnato dal Rock di Virgin!

In onore del passaggio di stagione posto una crostatona che fa da ponte tra inverno e primavera grazie alla frutta che ho usato. Le arance escono pian piano di scena ed entrano le fragole.

Questa crostata è un po' un ponte tra inverno e primavera. Volevo una torta dai colori caldi del sole, come quello che spero arrivi a scaldarci tutti ben presto dopo l'inverno lungo che abbiamo avuto. La farcitura di crema pasticcera di questa ricetta rende la torta morbida e compensa la secchezza degli impasti senza glutine e la decorazione giallo-arancio-rossa la fa sembrare un sole in miniatura.

La frutta che ho utilizzato, ananas, arance e fragole, crea un effetto tono su tono che fa da ponte tra frutta tipicamente invernale e tipicamente primaverile e crea un ponte culinario-concettuale verso la primavera!

Buona primavera, quindi! Io e Giove Pluvio ci siamo accordati e L'Osmer (il Mitico Osservatorio Meteorologico Regionale http://www.osmer.fvg.it/) ci insegna che domani ci saranno 28 gradi!

Lignano????  (http://www.lignano.com/)


Per la ricetta della base di pasta "Brisée" ho preso come spunto un consiglio trovato sl sito internet della Schär, e cioè quello di mettera la ricotta nell'impasto,che daà morbidezza e idratazione alla pasta. Infatti normalmente la frolla senza glutine, se non è completamente intrisa di burro, è molto secca e si incolla al palato di chi la mangia.

Un piacevole effetto "cucchiaiata di pangrattato in bocca"!

La ricotta consente di regalare morbidezza senza compromettere la friabilità dell'impasto.
La pasta della Schär tuttavia è troppo poco dolce per i miei gusti... quindi dato che, come dice mia mamma, un dolce deve essere innanzitutto "dolce", io ci ho aggiunto  75 gr di grammi di zucchero. A causa dell'aumento della parte asciutta ho tenuto da parte mezzo albume dagli scarti della crema pasticcera, che pur serve per questa torta, e l'ho usato come ingrediente umido per compensare l'aggiunta di zucchero.

Ingredienti:
240 g Mix Dolci Schär
150 g burro
1 presa di sale
80 g ricotta
2 tuorli d'uovo
75 g zucchero
mezzo albume circa
una bustina  di vanillina
una puntina di cucchiaino di lievito consentito

Come per la frolla già descritta, lavorare con le mani burro, zucchero, vanillina e ricotta, aggiungere le uova, il sale e la farina setacciata con il lievito. Come detto, se la pasta tendesse a sgretolarsi aggiungere l'albume tenuto da parte. Io lo faccio praticamente sempre perchè con le farine senza glutine è meglio avere una pasta un po' più idratatata e al limite cucinarla a bassa temperatura un po' di più in seguito. 

Mettera la pasta una mezz'oretta in frigo e nel frattempo pelare a vivo le arance, sbucciare e tagliare a l'ananas, e tagliare le gragole in 4 nel senso della lunghezza. Sempre mentre la frolla si raffredda bene, (e siamo arrivati quindi ad un'oretta d'attesa coi miei tempi di sbucciatura frutta) preparare la crema pasticcera con le dosi descritte nel post precedente.....o scongelare al microonde quella che avere congelato, come fa la sottoscritta! Un consiglio per la crema pasticcera: aggiungere 10 grammi di fecola di più alla ricetta che ho postato, perchè altrimenti la crema tende a rimanere troppo liquido.

Tirare la frolla fuori dal frigo e stenderla in uno spessore di poco meno di un centimetro, bucherellarla con una forchetta e cuocerla in bianco in forno a 160 gradi forno ventilato per 30 minuti.  Farla raffreddare completamente e  riempirla colla crema pasticcera.
Disporre a raggi dall'interno prima le fragole, poi gli spicchi d'arancia di un'arancia pelata al vivo e poi l'ananas,  per dare alla torta l'aspetto di un sole splendente.

Se si vuole, si può preparare una copertura di gleatina, con la gelatina per torte (io ho usato la Paneangeli) o la gelatina di albicocche della Zuegg che io trovo solo alla COOP per il momento...




Nessun commento:

Posta un commento